TAGLI IN TESTA SISTEMI DI GRANULAZIONE

TAGLI IN TESTA SISTEMI DI GRANULAZIONE FRONTALE

P.R.T. Service & Innovation offre una diversa gamma di granulatori frontali che si differenziano principalmente per il funzionamento ad acqua oppure ad aria e per il posizionamento della girante porta-lame di tipo meccanico o pneumatico. La granulazione a caldo dei materiali termoplastici è realizzata direttamente sulla superficie di estrusione, costituita da una filiera a più fori, sulla quale agisce un dispositivo di taglio a lame. Tale dispositivo possiede la particolarità di poter variare e regolare la pressione di contatto delle lame sulla superficie della filiera Il granulatore ad asse orizzontale offre il vantaggio di un flusso non deviato del materiale fuso tra l’estrusore e la filiera, con conseguente riduzione delle perdite di carico a parità di portata, ed eliminazione dei punti di ristagno del prodotto lavorato. Risulta più agevole, veloce ed efficace anche la pulizia interna, soprattutto quando si debba cambiare spesso tipo o colore del materiale da granulare, riducendone notevolmente la quantità perduta.

MODELLI WF

wf
tab-1-ita
Funzionamento ad acqua. Posizionamento della girante porta-lame mediante la combinazione di un elemento elastico interno e di una ghiera di registrazione esterna. Evoluzione dei modelli DFC e JUMBO. Una volta tagliato, il granulo viene immediatamente raffreddato all’interno di una camera cilindrica, tramite un getto d’acqua tangenziale. L’acqua ed il materiale attraversano un convogliatore e vengono separati prima dell’ingresso alla centrifuga verticale di essiccazione. Il materiale viene espulso attraverso un ciclone di scarico sul quale possono essere installati rispettivamente un ventilatore per l’estrazione dell’aria umida ed un sensore di flusso. Centrifuga e ciclone sono insonorizzati. Tutte le parti a contatto con l’acqua che compongono questa macchina sono realizzate in acciaio inox. Il montaggio di un adeguato scambiatore di calore acqua-acqua a bordo macchina permette il mantenimento della temperatura idonea al raffreddamento dei granuli in base alla portata che si vuole ottenere.

MODELLI EP

ep
tab-2-ita
Funzionamento ad acqua. Posizionamento della girante porta-lame mediante sistema di movimentazione pneumatico applicato all’albero. Girante autoallineante. La semplificazione più evidente è la compattezza della camera di taglio applicata direttamente all’estrusore. Una volta tagliato, il granulo viene immediatamente raffreddato all’interno di una camera cilindrica, tramite un getto d’acqua tangenziale. L’acqua ed il materiale attraversano un convogliatore e vengono separati prima dell’ingresso alla centrifuga verticale di essiccazione. Il materiale viene espulso attraverso un ciclone di scarico sul quale possono essere installati rispettivamente un ventilatore per l’estrazione dell’aria umida ed un sensore di flusso. Centrifuga e ciclone sono insonorizzati per rientrare nei limiti di rumorosità ammessi dalle vigenti normative. Tutte le parti a contatto con l’acqua che compongono questa macchina sono realizzate in acciaio inox. Il montaggio di un adeguato scambiatore di calore acqua-acqua a bordo macchina permette il mantenimento della temperatura idonea al raffreddamento dei granuli in base alla portata che si vuole ottenere. MODELLI AF af Funzionamento ad aria. Posizionamento della girante porta-lame mediante la combinazione di un elemento elastico interno e di una ghiera di registrazione interna. All’interno della camera di taglio, rivestita di materiale antiaderente, agisce un flusso d’aria che possiede il duplice compito di raffreddare ed al tempo stesso di trasportare il materiale alla sezione di uscita. Quest’ultima è costituita da un ciclone di scarico allungato, che aumenta l’efficienza dello scambio termico tra il materiale e l’aria. Al fine di aumentare la capacità di scambio termico, un secondo ventilatore con ciclone allungato è installato allo scarico del precedente.

MODELLI AF

af
tab-3-ita
Funzionamento ad aria. Posizionamento della girante porta-lame mediante la combinazione di un elemento elastico interno e di una ghiera di registrazione interna. All’interno della camera di taglio, rivestita di materiale antiaderente, agisce un flusso d’aria che possiede il duplice compito di raffreddare ed al tempo stesso di trasportare il materiale alla sezione di uscita. Quest’ultima è costituita da un ciclone di scarico allungato, che aumenta l’efficienza dello scambio termico tra il materiale e l’aria. Al fine di aumentare la capacità di scambio termico, un secondo ventilatore con ciclone allungato è installato allo scarico del precedente.

TORNA A MACCHINE

I commenti sono chiusi